Ecco cosa accadrà in Sud Africa se gli Stati Uniti annulleranno il diritto all’aborto

La più alta corte degli Stati Uniti potrebbe revocare il diritto all’aborto in quel paese, ma non avrà alcuna attinenza con la legge sudafricana in tempi brevi, né dovrebbe influire sul sostegno finanziario americano al dipartimento della salute, affermano gli esperti.

Studiosi legali e attivisti, tuttavia, immaginano due scenari che potrebbero svolgersi sul suolo nazionale e vanno di male in peggio.

Ma prima di arrivare agli scenari, ecco alcuni retroscena.

Perché le leggi sull’aborto negli Stati Uniti sono nelle notizie?

Il 2 maggio, una testata giornalistica statunitense, politicoha pubblicato un progetto di parere trapelato scritto da Samuel Alito, un giudice conservatore della corte suprema degli Stati Uniti, sostenuto da cinque dei nove giudici della corte. Alito scrive che la sentenza del tribunale del 1973 su Uova contro Wade era “estremamente sbagliato dall’inizio”.

Se il parere fosse adottato ufficialmente, il diritto all’aborto degli americani sarebbe, come quasi 50 anni fa, deciso dallo Stato in cui vivono. Il sostegno della Corte Suprema per Uova contro Wade ha consentito di abolire le politiche statali contro l’aborto.

Gli stati conservatori si stanno già attrezzando per rendere illegale l’aborto.

Un rapporto dell’organizzazione di ricerca politica, Guttmacher Institute, mostra 12 stati hanno scritto leggi anti-aborto in attesa che l’interruttore venga attivato capriolo sentenza – tra questi Kentucky e Louisiana.

Anche se alcuni stati mantengono il diritto all’aborto, quelle cliniche potrebbero essere sopraffatte dalle persone che vi si recano per ottenere le dimissioni, il che limiterebbe anche l’accesso negli Stati Uniti in generale.

Uova contro Wade è stato sostenuto dai tribunali americani per 49 anni, ma non ha risolto i disaccordi sull’aborto, su chi dovrebbe essere in grado di interrompere la propria gravidanza e perché.

Gli istituti calcola che tra il 1973 e il 2021 gli stati hanno posto in essere più di 1.300 ostacoli finanziari e logistici che rendono più difficile abortire.

Quindi, anche se l’aborto è attualmente un diritto nazionale negli Stati Uniti, alcuni stati hanno messo in atto misure burocratiche che rendono difficile effettuare aborti, anche senza il tipo di divieto di aborto che mina il Uova contro Wade governare.

E il ritmo di questa repressione ha è aumentato in modo significativo negli ultimi dieci anni, sostiene il Guttmacher Institute, poiché la maggior parte delle restrizioni sono state create durante questo periodo.

Cos’è Uova contro Wade?

Il caso giudiziario del 1973 si basava sull’esperienza di Norma McCorvey. Incinta e non sposata, voleva abortire ma la legge le impediva di farlo. A quel tempo, le donne in Texas potevano porre fine alle loro gravidanze solo in situazioni pericolose per la vita in cui un’interruzione poteva salvare la vita di una donna.

Gli avvocati di McCorvey le hanno dato lo pseudonimo di “Jane Roe” e hanno intentato una causa contro il procuratore distrettuale del suo stato, Henry Wade, in cui hanno affermato che le leggi sull’aborto del Texas erano incostituzionali. I giudici in quello stato si sono pronunciati a favore di McCorvey.

Quando lo stato del Texas ha fatto appello direttamente alla più alta corte degli Stati Uniti, McCorvey vinto di nuovo.

Al momento della sentenza gli aborti erano già disponibili in alcune parti degli Stati Uniti, ma questa decisione significava che gli stati con politiche che impedivano i licenziamenti dovevano essere eliminati.

In breve, la decisione della corte suprema ha legalizzato i servizi di aborto negli Stati Uniti.

Cosa significa questo per il Sud Africa

Molti sudafricani si chiedono: quali sono le implicazioni per il nostro Paese, dove gli aborti sono legali, se gli Stati Uniti revocano i loro diritti all’aborto? Gli Stati Uniti, ad esempio, porrebbero restrizioni agli aiuti per i programmi di salute riproduttiva in Sud Africa e direbbero che i fondi non possono essere utilizzati per i servizi per l’aborto? I potenziali cambiamenti nelle leggi sull’aborto degli Stati Uniti stimoleranno cambiamenti nella nostra legislazione sull’interruzione della gravidanza

Gli esperti affermano che potrebbero verificarsi due possibili scenari.

Scenario 1: Non cambia nulla

La scomparsa del Uova contro Wade il caso avrà scarso effetto sui servizi di nascita in Sud Africa. Ma nonostante l’interruzione della gravidanza sia legale nel paese, le politiche sull’aborto sono attuate male.

Un’indagine di Bhekisisa e l’organizzazione no-profit con sede negli Stati Uniti, TRIAD Trust, ha dimostrato che è quasi impossibile entrare in contatto con le cliniche del settore pubblico che forniscono aborti. Nel tentativo di mappare i servizi di aborto legali e gratuiti in Sud Africa, abbiamo telefonato alle strutture per l’aborto elencate per confermare che stanno fornendo il servizio. Finora, abbiamo effettuato quasi 16.000 chiamate e tre quarti delle chiamate effettuate a strutture statali (da catturatori di dati) tra il 2020 e il 2022 sono rimaste senza risposta.

L’accesso limitato all’aborto – e alla contraccezione – ha avuto un effetto devastante.

Ad esempio, gli autori del Giornale medico sudafricano stima che le ragazze adolescenti che partoriscono tra i 10 e i 14 anni sono aumentate del 50% tra il 2017 e il 2021 e di quasi un quinto per le ragazze tra i 15 e i 19 anni.

Marion Stevens, analista politico e coautore del dipartimento della salute nuove linee guida per il trattamento dell’aborto, spiega: “L’inefficienza del servizio sanitario è una minaccia molto più grande per la giustizia riproduttiva in Sud Africa rispetto al Uova contro Wade dibattito in America”.

Scenario 2: la decisione aggiunge grinta al mulino anti-aborto

La legge sull’aborto in Sud Africa è in vigore da più di due decenni, ma non è rimasta incontrastata.

Prendiamo ad esempio il Partito Democratico Cristiano Africano (ACDP). Il partito ha provato due volte: in 2007 Altro 2017 — revocare i diritti all’aborto avvalendosi di membri privati fatture. Tale legislazione è proposta dai parlamentari e non da un ministro di gabinetto, come di solito accade.

entrambi tentativi sono fallitima gli esperti legali sono preoccupati che un cambiamento radicale nella legge sull’aborto degli Stati Uniti possa incoraggiare tali gruppi politici conservatori a organizzarsi attorno alle questioni dell’aborto per ottenere il potere.

Il furore potrebbe persino interrompere i flussi di finanziamento alle organizzazioni della società civile che sostengono il diritto all’aborto a favore di gruppi che hanno un’agenda contro l’aborto, afferma Shamillah Wilson, direttrice ad interim del gruppo di difesa della Sexual and Reproductive Justice Coalition (SRJC).

Questa è la risposta breve.

Continua a leggere per saperne di più su ciò che devi sapere su come potrebbe essere il Sudafrica se la sentenza del caso storico fosse quella legalizzato l’aborto negli Stati Uniti nel 1973 è invertito.

Cosa c’entra la legge statunitense con il Sudafrica

Molto poco se non nulla, spiega Cathi Albertyn, professoressa di diritto all’Università del Witwatersrand e cattedra di ricerca sudafricana sull’uguaglianza, il diritto e la giustizia sociale.

I risultati di Uova contro Wade non sono mai stati trascritti in una legge nazionale o inclusi esplicitamente nel Costituzione degli Stati Uniti. Invece, dice Albertyn, la scoperta si basava su un’interpretazione di uno degli emendamenti alla Carta dei diritti degli Stati Uniti, che garantisce che le persone diritto alla libertà.

Il caso e il modo in cui interpreta la libertà informano molte altre sentenze della corte suprema negli Stati Uniti, inclusa la legalizzazione di matrimonio omosessuale e la sentenza che lo ha reso legale sposare qualcuno di un’altra razza.

Il filo conduttore di tutte queste argomentazioni è che il diritto alla libertà delle persone può essere interpretato in modo da includere la privacy e che tali protezioni della privacy dovrebbero impedire allo stato di intervenire nella vita personale delle persone.

In Sud Africa, la situazione legale è molto diversa, afferma Albertyn.

Qui c’è una legge nazionale che garantisce il diritto all’interruzione di una gravidanza: l’aborto è stato legalizzato 1996 — e, a differenza degli stati degli Stati Uniti, le province non possono emanare le proprie leggi o politiche che non siano in linea con le leggi nazionali.

In secondo luogo, la Costituzione sudafricana garantisce alle persone il diritto alla privacy e garantisce il diritto all’aborto nella sezione 27: “Ognuno ha il diritto di prendere decisioni riguardanti la riproduzione” … e il controllo sul proprio corpo”.

Dice Albertyn: “Abbiamo il tipo di legge sull’aborto che le femministe americane sognano. E le possibilità che queste protezioni cambino sono molto scarse”.

È possibile Età la Costituzione del Sud Africa, ma ciò significherebbe che due terzi dei parlamentari (o 266 persone) devono accettare di apportare la modifica. Inoltre, anche sei dei nove consigli provinciali del paese devono concordare eventuali modifiche proposte.

I cambiamenti nelle leggi sull’aborto negli Stati Uniti influenzeranno i finanziamenti che riceveranno i gruppi pro-aborto in Sud Africa

I finanziamenti dei gruppi di destra negli Stati Uniti lo sono già prominente nel panorama della società civile sudafricana.

Il Family Policy Institute (FPI), che ha combattuto contro i piani per implementare un’educazione sessuale completa nelle scuole, ne è un esempio. L’FPI ha stretti legami con a Il think tank cristiano negli Stati Unitiche si oppone all’aborto.

esperti Bhekisisa consultato ha convenuto che un cambiamento nella politica dell’aborto negli Stati Uniti potrebbe incoraggiare i gruppi che lavorano per respingere il diritto all’aborto e le questioni riguardanti i diritti delle persone nella comunità lesbica, gay, bisessuale, transgender, queer, intersessuale e asessuale.

Questa lobby utilizza molte tattiche per influenzare la politica, ha rilevato un rapporto interno di SRJC. Questi includono sfide legali attraverso il parlamento o il sistema giudiziarioarticoli di opinione nei media e rivolti a studenti di medicina universitaria per influenzare la loro pratica in futuro.

Nel 2020, un’indagine dell’organizzazione dei media, Democrazia apertaha scoperto che dietro c’era il finanziamento della destra statunitense “centri di crisi in gravidanza”, che pretendono di dare consigli alle donne incinte ma, di fatto, si battono contro il licenziamento.

“Pensa a Madiba. Sua madre avrebbe potuto dire “niente più figli” e non avremmo mai avuto un Madiba”, ha detto uno di questi consulenti a sotto copertura Bhekisisa giornalisti nel 2018.

In che modo tutto questo si collega a un’inversione di Uova contro Wade?

Il problema è che una tale mossa da una potenza globale garantisce legittimità alle argomentazioni dei gruppi anti-aborto sudafricani, afferma Wilson dell’SRJC.

“Le loro campagne ottengono legittimità, ottengono trazione e ottengono più finanziamenti”.

I dollari dei donatori sono già rari per le organizzazioni per la giustizia riproduttiva come quella di Wilson e teme che il pool diventi solo più piccolo.

Inoltre, se i gruppi anti-aborto aumentano o si espandono, gruppi come l’SRJC dovranno ripristinare le proprie energie per combattere quelle tattiche invece di concentrare le proprie energie sulla responsabilità del governo sudafricano di attuare la legislazione sull’aborto del paese in modo efficiente.

Il governo delle SA riceverà meno aiuti dagli Stati Uniti se le leggi americane sull’aborto verranno revocate?

“La fine di Uova contro Wade non dovrebbe avere un impatto sull’assistenza straniera da parte del governo degli Stati Uniti”, afferma Bergen Cooper, direttore delle politiche presso Fos femministaun’alleanza globale per promuovere la salute sessuale e riproduttiva, i diritti e la giustizia.

Pepfar (abbreviazione di Piano di emergenza per l’AIDS del presidente degli Stati Uniti) ha donato circa R7 milioni al governo sudafricano nel 2020 e oltre R3 trilioni alle organizzazioni non governative.

I soldi del governo degli Stati Uniti non arrivano sempre senza vincoli. La politica di Città del Messicoad esempio, chiamata anche regola del bavaglio globale, consente al governo degli Stati Uniti di tagliare i fondi alle organizzazioni se praticano o promuovono aborti, indipendentemente dal fatto che sia fatto con i soldi degli Stati Uniti o meno.

Questa politica viene ripristinata ogni volta che un presidente repubblicano viene eletto in carica negli Stati Uniti e revocata ogni volta che un democratico presta giuramento.

Il presidente Joe Biden ha ripetuto la regola del bavaglio globale all’inizio del suo mandato nel gennaio 2021, ma una ricerca di Fos femminista ha scoperto che alcune organizzazioni e governi che ricevono finanziamenti statunitensi non erano consapevoli del fatto che la regola del bavaglio era stata revocata, quindi la politica era effettivamente in vigore per molto più tempo e i suoi danni si estendevano.

Dice Cooper: “C’è una reale preoccupazione che la fuga di notizie dalla corte suprema possa creare ancora più confusione sulla regola del bavaglio e se sia stata revocata. È stato revocato e il governo degli Stati Uniti deve continuare a ricordare ai partner di tutto il mondo”.

Quindi, anche se è improbabile che il cambiamento delle leggi sull’aborto negli Stati Uniti riduca gli aiuti ai paesi in via di sviluppo, Cooper sostiene che “la paura non è infondata”.

Fos femminista la ricerca mostra che qualunque cosa accada negli Stati Uniti incoraggia gli altri governi a seguire l’esempio, quindi se i diritti all’aborto vengono revocati, è molto più un problema di pubbliche relazioni per gli Stati Uniti e “l’erosione della buona diplomazia statunitense all’estero”, Virginia Baresch, un alto funzionario pubblico consulente per la salute nel governo degli Stati Uniti, ha detto ai ricercatori di Fòs Feminista.

Albertyn riassume in modo appropriato la situazione in Sud Africa: “La minaccia è politica, non legale”.

Questa storia è stata prodotta dal Centro Bhekisisa per il giornalismo sanitario. Iscriviti al Notiziario.